Arpino – Panico al cimitero, auto del parroco si sfrena e precipita nella scarpata

2084

di Luciano Nicolò

Don Antonio Di Lorenzo, amato parroco in Arpino (Fr), lo ha ‘confessato’ durante la celebrazione della Messa nel primo anniversario della scomparsa di un giovane deceduto a causa di un incidente stradale. Come ha anticipato Iowebbo.it, circa due ore prima, durante una funzione funebre al locale camposanto, la sua Renault Scenic si è improvvisamente sfrenata mentre era in sosta lungo la stradina in pendenza nei pressi dell’ingresso intermedio del cimitero monumentale della città di Cicerone.

Le persone presenti hanno dapprima avvertito una serie di forti rumori tipici dell’impatto metallico, poi fruscii ed infine un tonfo. Era la sua auto che dopo circa 50 metri di corsa incontrollata è finita nella scarpata attraversando la stradina comunale che costeggia la recinzione del cimitero. Non prima di aver abbattuto un paio di piante di ulivo.

L’auto nella scarpata e sullo sfondo il cimitero

Uno dei presenti racconta che il sacerdote, intuito il pericolo, si è subito precipitato verso la vettura non potendo tuttavia far altro che constatare quello che era appena avvenuto: la sua macchina capovolta fra la vegetazione, atterrata con la cappotta, con la compressione che ha aperto almeno un paio dei cinque sportelli.

Fortunatamente in quei momenti lungo la stradina non transitava nessuno. Nè con mezzi nè a piedi. E così i danni sono limitati alla sola vettura, peraltro datata e forse da condurre in rottamazione. Il tempo di concludere la cerimonia funebre, salutare i familiari della defunta e via a celebrare Messa in Santa Maria di Civita. Qui la ‘confessione’ davanti a un centinaio di persone che seguivano la funzione religiosa.