‘ATTACCO HACKER HA ALLUNGATO ULTERIORMENTE LE LISTE D’ATTESA: SEMPRE PIÙ RICORSO ALLA SANITÀ PRIVATA’

79

“Lazio: sanità ancora più nel caos dopo l’attacco hacker. Se le liste d’attesa erano lunghe prima, ora diventa sostanzialmente impossibile effettuare esami in tempo utile. Un imprevisto che va ad aggravare un quadro già serio e precario; Il Lazio, infatti, vanta l’offerta sanitaria peggiore d’Italia, e questo grazie al Partito Democratico. Dopo il primato tra le regioni con l’indice di mobilità passiva più alto, eccone un altro, riscontrabile dal quotidiano dei cittadini. Le persone non riescono più ad effettuare le visite ordinarie perché impossibilitati dall’emergenza Coronavirus ed ora anche dall’attacco hacker. Queste ultime sono, infatti, costrette a recarsi a pagamento dai privati. La situazione sta arrecando  gravi danni ai cittadini. Che senso ha parlare di sanità pubblica se poi un comune mortale è costretto a ripiegare su un privato per poter effettuare una visita? A questo si aggiungono liste d’attesa sempre più lunghe. Ecco il disastro sanitario targato Partito Democratico! È ora che Zingaretti e D’Amato la smettano con gli annunci spot ed inizino a risolvere i problemi dei cittadini.”
Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega)