Basso Lazio – Tavolo permanente per rilancio settore vitivinicolo

12
La Camera di Commercio Frosinone Latina passa alla fase operativa del progetto. Acampora: “Prende ufficialmente il via il piano biennale per la valorizzazione e la promozione delle nostre eccellenze”

“Nella mattinata di oggi è stato ufficialmente attivato il Tavolo permanente per il rilancio del settore vitivinicolo delle province di Frosinone e Latina. Un progetto condiviso, che vede protagonisti i principali attori del settore, al quale avevamo dato il via lo scorso luglio, che entra ora nella sua piena fase operativa. Le ‘Strade del Vino’ ed i consorzi lavoreranno ad un piano biennale, per la valorizzazione e la promozione dell’enoturismo e delle eccellenze dei nostri territori, che trova la piena condivisione d’intenti e il sostegno della Camera di Commercio”. – Così il presidente Giovanni Acampora a margine dell’incontro di ieri che ha reso operativo il ‘patto’ per il rilancio del settore vitivinicolo del Basso Lazio. Consorzi, associazioni e produttori al lavoro, con il pieno supporto della Camera di Commercio Frosinone Latina, il cui braccio operativo sarà l’Azienda Speciale Informare, per rendere concrete le numerose proposte avanzate.

“Tre gli asset principali sui quali lavorare per favorire lo sviluppo di quello che è un asset strategico per l’economia dei nostri territori: promozione, formazione e comunicazione. – Ha proseguito Acampora – Per farlo occorre, però, una vision diversa da quella del passato. Occorre lavorare nell’ottica di promozione di un’area vasta che veda protagonisti tutti i principali attori del settore uniti e non le singole realtà locali disgiunte. In questo modo sarà possibile avere maggiore appeal sui mercati nazionali ma anche su quelli esteri. Le progettualità sulle quali da oggi sono chiamati a lavorare Consorzi e ‘Strade del Vino’ dovranno essere comuni e condivise. L’augurio ma anche la certezza è che, al termine di questo percorso biennale, il settore vitivinicolo possa diventare il traino per lo sviluppo del turismo locale, promuovendo l’identità dei nostri territori; dando loro un’immagine riconoscibile ed appetibile. La nostre sono terre ricche di bellezza, cultura ed eccellenze, terre che hanno una lunga storia e questo è il momento giusto per iniziare a raccontarla insieme”.

Piena soddisfazione è stata espressa dai rappresentanti di associazioni e consorzi presenti all’incontro. Marco Carpineti, presidente dell’Associazione “Strada del vino, dell’olio e dei sapori della provincia di Latina”, ha commentato: “La cooperazione che sta nascendo, grazie all’impegno della Camera di Commercio e del presidente Acampora, è la risultanza positiva di un progetto comune di valorizzazione del settore e dei territori. Siamo pronti ad uno scambio positivo di idee e vedute per il rilancio delle produzioni e delle eccellenze locali”.

Il presidente della “Strada del vino Cesanese“, Antonio Borgia, ha rimarcato l’importanza della cooperazione: “Voglio esprimere la mia gratitudine al presidente Acampora perché se questo importante progetto è divenuto realtà è solo grazie alla sua visione innovativa e moderna. La Camera di Commercio ha fatto sue le istanze di noi imprenditori rendendo possibile la partenza di questa iniziativa”.

Il presidente del Consorzio del Cabernet Atina Doc, Enrico Rossi, ha sostenuto, infine, il valore della territorialità: “Promuovere i nostri territori attraverso un’eccellenza locale quale è la produzione vitivinicola delle due province significa dare valore al ‘Made in Italy’. I nostri vini sono una risorsa inestimabile ma ancora poco conosciuta, promuoverli significherà rendere concreto un processo di valorizzazione di tutto ciò che ruota intorno all’enoturismo”.