Blue Planet Economy, Informare alla presentazione dell’European Maritime Forum

160

Il consigliere delegato dell’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Frosinone e Latina, Antonello Testa, interviene nell’anteprima del primo evento fieristico italiano dedicato alla Blue Economy

In Italia, tra il 2014 e il 2020, il sistema imprenditoriale blu è cresciuto, in termini di numero d’imprese, del 14,7% con il Lazio che con le sue oltre 37 mila aziende rappresenta la più importante realtà del Paeseha spiegato Testa a margine dell’incontro – Così il consigliere delegato all’Economia del Mare di Informare, Antonello Testa, è intervenuto oggi, 28 settembre, alla presentazione del progetto Blue Planet Economy: European Maritime Forum, il primo evento fieristico italiano dedicato a quel modello di business innovativo e sostenibile che è la Blue Economy.

La presentazione della manifestazione, che vedrà la sua prima edizione i prossimi 7 e 8 ottobre, si è tenuta presso la Sala del Tempio di Adriano, in piazza di Pietra, a Roma. Nel ringraziare gli organizzatori, Fiera di Roma e MAR -Associazione per le attività marine e di ricerca, per aver “Voluto prendere il testimone della ripartenza ideando il primo evento fieristico in Italia dedicato alla Blue Economy”, Testa ha sottolineato le potenzialità dell’economia blu, anche alla luce dei dati emersi dal IX Rapporto sull’Economia del Mare presentato la settimana scorsa al Salone Nautico di Genova dall’Ente camerale e dalla sua Azienda Speciale.

In Italia, tra il 2014 e il 2020, il sistema imprenditoriale blu è cresciuto, in termini di numero d’imprese, del 14,7% con il Lazio che con le sue oltre 37 mila aziende rappresenta la più importante realtà del Paeseha spiegato Testa a margine dell’incontro – Oggi, sostenere una crescita ulteriore implica una visione strategica che integri tutti i fattori della sostenibilità. Il valore dell’economia blu non può più prescindere dal buono stato ambientale degli ecosistemi, da una valutazione multidisciplinare che contemperi aspetti biologici, sanitari e sociali. La ripresa e la resilienza della nostra economia blu passeranno dal ripristino e dalla protezione degli habitat marini, dal monitoraggio rafforzato e dalla digitalizzazione delle aree marini protette, invertendo una tendenza al degrado che continua a caratterizzare gli ecosistemi mediterranei”.

Fondamentale il supporto operativo fornito dall’Azienda Speciale della Camera di Commercio al progetto. Informare avrà un ruolo centrale anche all’interno del Comitato Tecnico-Scientifico dell’evento. Un comitato, che ha il compito di organizzare le attività convegnistiche della manifestazione, composto da eccellenze del settore, figure di autorevolezza internazionale tra scienziati, accademici, ricercatori e rappresentanti delle associazioni di categoria e del mondo produttivo. Sono coinvolti nel progetto i principali Enti di ricerca nazionali, le più importanti Associazioni di categoria e prestigiosi Istituti di studio e formazione del settore. La valorizzazione delle eccellenze imprenditoriali e produttive legate alle attività marittime, in un’ottica di sviluppo sostenibile del territorio costiero. Le potenzialità dell’economia blu del Mar Mediterraneo nel quadro del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e del Patto Verde Ue. Attorno a questi temi e obiettivi si sviluppa Blue Planet Economy: European Maritime Forum.