Campidoglio – Santori, (Lega): “Metodi sconvolgenti svelano la guerra tra bande nel PD”

29

“Letta e il Pd non pensino di cavarsela con le dimissioni del Capo di gabinetto di Gualtieri, e prima ancora di Zingaretti, e un posto nelle liste della Camera liberato. Vogliamo sia fatta chiarezza su tutta la vicenda, non soltanto quindi su quanto è stato filmato. Il sindaco Gualtieri riferisca in aula, e subito, traducendo in termini trasparenti, semplici e comprensibili da ogni cittadino, quanto emerso anche relativamente ad altre parole e discussioni durante la cena. Perché il capo di gabinetto Ruberti ha reagito in modo così violento? Quale la richiesta? Chi c’è dietro tutto questo?” Lo dichiara in una nota il consigliere della Lega in Campidoglio Fabrizio Santori, in merito alle rivelazioni di stampa sul comportamento del Capo di gabinetto di Roma Capitale.

“Il Pd dei patti occulti con le Procure, figli del Palamara gate, non insabbi tutto accettando le dimissioni di Albino Ruberti e spolverando la tovaglia. La guerra tra bande nel Pd per la gestione del potere non può e non deve passare sotto traccia, ci dicano cosa è successo davvero”, conclude Santori.