Colleferro – Fermaporte fai-da-te pericoloso al Pronto Soccorso

201

Non chiudete quella porta! È l’appello disperato che sembra arrivare dal Pronto Soccorso di Colleferro. In questi giorni alcuni cittadini che si sono recati presso la struttura sanitaria del Comune romano si sono trovati davanti un ingresso particolare, tanto che qualcuno ha deciso di immortalarlo. A tenere aperta la porta, un blocco di cemento con tanto di spezzoni di tondini. Forse un modo artigianale per far circolare l’aria e tenere lontano il Covid, forse un rimedio per combattere il caldo, di sicuro una scena a cui i cittadini di Colleferro avrebbero fatto volentieri a meno.

“Guardando quel fermaporte per così dire artigianale – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – verrebbe da lanciare un appello per aiutare il Pronto Soccorso di Colleferro. Le foto che abbiamo ricevuto sono quanto meno singolari. Abbiamo deciso di pubblicarle non solo per segnalare, ma anche perché vorremmo dei chiarimenti dall’azienda sanitaria”.

“Sappiamo tutti che la sanità ha dei problemi – aggiunge Marina Peretto, Responsabile di Codici Colleferro – in questi mesi ci hanno ripetuto che la pandemia deve servire da insegnamento per colmare le lacune che sono emerse. Bene, dalle parole si passi ai fatti. L’ingresso di un Pronto Soccorso non può presentarsi così. Tra l’altro è anche un fermaporte pericoloso, perché qualcuno potrebbe inciampare e farsi male, gli spuntoni che fuoriescono sono arrugginiti. Crediamo che non ci sia bisogno dei fondi dell’Unione Europea per sistemare una porta e speriamo che l’azienda sanitaria fornisca dei chiarimenti ed intervenga per risolvere la situazione”.