Coppa Italia, Perugia-Cisterna 3-0

128

La Top Volley Cisterna scende in campo al Pala Barton per la 15esima partecipazione alla Del Monte Coppa Italia. Gara valida per i quarti di finale contro i campioni del mondo della Sir Safety Susa Perugia. Cisterna parte bene portandosi avanti 4-0 grazie alle giocate di capitan Baranowicz, il quale oltre ad armare l’opposto Dirlic e il centrale australiano Zingel, mette a segno anche un ace. Perugia riaggancia gli avversari con Leon e poi mette la freccia del sorpasso con Russo, 8-7. Gli umbri provano a scappare e trovano il massimo vantaggio di più quattro con Semeniuk, 16-12. Rychlicki sale in cielo e trova diagonali potentissime, 20-15. Primo set di Perugia 25-18. Parte forte nella prima parte di secondo set Perugia che costruisce senza difficoltà, Giannelli serve Leon dopo un recupero impossibile di Colaci, 8-4. Baranowicz prova ad accelerare la palla per evitare il muro a tre che arriva puntuale da Perugia, 16-10. Flavio si schianta contro il muro di Zingel, 17-12. Kaliberda tira fuori dal cilindro un colpo imprendibile, 18-13. Cisterna sembra non trovare il bando della matassa, ma dall’altra parte della rete c’è Perugia che non sbaglia, poi Dirlic fa uscire bene Cisterna da una situazione complicata, 22-16. Due a zero per Perugia che chiude il secondo set 25-18. Terzo set inizia con una grande difesa di Catania, Baranowicz apre per Bayram, 0-2. Fase iniziale punto a punto, scambi lunghissimi poi Leon trova le mani alte del muro cisternese, 8-7. Perugia prova a scappare anche in questo set e lo fa con il lussemburghese Rychlicki da poco nazionalizzato italiano, 11-7. Cisterna recupera un brake grazie all’ace di Bayram, 12-9. Doppio ace di Leon la palla raggiunge per due volte i 132 chilometri orari. Bayram tiene la battuta di Leon e mette la palla sulla testa di Baranowicz, il capitano serve Dirlic che non sbaglia e toglie Leon dalla mattonella dei nove metri, 14-11. Gli umbri prendono il largo trovando il più cinque con Semeniuk, 19-14. Muro vincente di Zingel su Leon, 21-17. Kaliberda da posto sei trova il mani fuori, poi Dirlic mura Semeniuk, 22-20. Set completamente riaperto, Rossi c’è e chiude la porta in faccia a Semeniuk, murato per segnare sul tabellino un parziale di 4-0 per i bianco blu, 22-21. Doppio Giannelli, il palleggiatore della nazionale italiana mette la palla a terra d’astuzia, 24-21. Perugia approda alla final four battendo Cisterna 3-0, terzo set chiuso 25-23.

Fabio Soli (coach Top Volley Cisterna): “Abbiamo approcciato la gara sapendo che sarebbe stata difficile per la differenza tra le due squadre. Siamo partiti bene, poi Perugia ti mette davanti a dei limiti che è difficile da affrontare. La nostra qualità di battuta è fatta di continuità e non di potenza. Alcune volte abbiamo avuto difficoltà ad osare di più. In Superlega vogliamo dare continuità a quello che abbiamo fatto fin d’ora. Ad inizio campionato il nostro roster non era da sesto posto. Abbiamo fortuna, una squadra equilibrata anche in panchina, mi aspetto di più da i posti quattro, nelle ultime partite partiamo con una coppia e poi finiamo con l’altra”.  

IL TABELLINO

Sir Safety Susa Perugia – Top Volley Cisterna: 3-0 (25-18;25-18; 25-23)

Sir Safety Susa Perugia: Giannelli 6, Herrera (ne), Rychlicki 10, Leon 11, Piccinelli (L), Solè (ne), Russo 8, Colaci (L), Flavio 7, Semeniuk 7, Plotnytskyi, Ropret (ne), Cardenas, Mengozzi (ne) . All.: Anastasi.

Top Volley Cisterna: Zingel 9, Martinez, Catania, Kaliberda 6, Sedlacek 2, Zanni (ne), Mattei, Dirlic 9, Rossi 4, Staforini (L), Baranowicz 2, Bayram 5, Gutierrez 1. All.: Soli.

Note: Sir Safety Susa Perugia: ace 6, err.batt. 12, ric.prf. 36%, att. 52%, muri 8.

Top Volley Cisterna: ace 4, err.batt. 18, ric.prf. 15%, att. 37%, muri 7.