Covid – Nel Lazio 348 contagi, 172 a Roma

251
Oggi nel Lazio su 15282 tamponi molecolari e 24197 tamponi antigenici per un totale di 39479 tamponi, si registrano 348 nuovi casi positivi (+73), 7 i decessi (+4), 294 i ricoverati (-11), 50 le terapie intensive ( = ) e 308 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 0,8%. I casi a Roma città sono a quota 172.
Asl Roma 1: 47 nuovi casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra 1 decesso.
Asl Roma 2: 90 nuovi casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 0 decessi.
Asl Roma 3: 35 nuovi casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 3 decessi.
Asl Roma 4: 20 nuovi casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 0 decesso.
Asl Roma 5: 45 nuovi casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 3 decessi.
Asl Roma 6: 47 nuovi casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 0 decessi.
Nelle province si registrano 64 nuovi casi:
Asl di Frosinone: si registrano 12 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 0 decessi.
Asl di Latina: si registrano 42 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 0 decessi.
Asl di Rieti: si registrano 3 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 0 decessi.
Asl di Viterbo: si registrano 10 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 0 decessi
(da Alessio D’Amato, assessore regionale alla sanità)