Detenuto spara, M5S: ‘Si accertino responsabilità’

558
“Le prime ricostruzioni di quanto accaduto nel pomeriggio di domenica 19 settembre, presso il carcere di Frosinone, disegnano fatti gravissimi”.

Queste le prime parole del Capogruppo del Movimento 5 Stelle e Vice Presidente della Commissione Antimafia della Regione Lazio, Loreto Marcelli, dopo le notizie di cronaca riguardanti quanto accaduto nel Carcere di Frosinone, dove un detenuto ha fatto fuoco contro altri detenuti.

“Ritengo a dir poco surreale che un uomo, in regime di Alta Sicurezza e condannato per reati legati alla criminalità organizzata, possa entrare in possesso di un’arma ed usarla sia per minacciare una guardia penitenziaria sia per sparare ad altri detenuti.

È doveroso – continua Marcelli – indagare sull’episodio, accertare le responsabilità e poi confrontarsi con le autorità preposte sulla necessità di garantire ulteriormente misure di sicurezza adeguate ed idonee per i lavoratori e detenuti che si trovano nelle strutture penitenziarie affinché quanto accaduto ieri non si possa più verificare”.