Educazione alimentare, Coldiretti premia le scuole del Lazio

146

COLDIRETTI LAZIO: A VILLA CELIMONTANA LA II FESTA DELL’EDUCAZIONE ALIMENTARE E DELLA PACE. PREMIATE LE SCUOLE DEL LAZIO

Grande partecipazione ed entusiasmo alla II Festa dell’educazione alimentare della Pace, organizzata dalla Coldiretti a Roma a Villa Celimontana, che nella giornata di ieri è stata trasformata in una maxifattoria. Migliaia i bambini provenienti da tutta Italia e oltre 1500 quelli del Lazio che sono andati alla scoperta del mondo delle api, dell’orto sensoriale, ma non solo. Le donne della Coldiretti hanno allestito gli spazi per permettere ai piccoli ospiti di mungere le mucche, curare gli animali nella stalla della biodiversità, imparare a cucinare nella tenda dei cuochi contadini, giocare a fare la spesa come i grandi e montare in sella agli asini della pet therapy.

L’iniziativa è stata promossa proprio dalle donne della Coldiretti e ha ottenuto la Medaglia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Una festa che quest’anno ha avuto un significato particolare e ha visto la presenza dei piccoli alunni ucraini che hanno trovato rifugio in Italia dopo essere scappati dalla guerra.

Ad accogliere i piccoli ospiti il presidente di Coldiretti, Ettore Prandini e il vicepresidente, David Granieri, alla guida della federazione regionale del Lazio, insieme a rappresentanti istituzionali con la partecipazione tra gli altri di Stefano Patuanelli, ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Luigi Di Maio, ministro degli Esteri, Maurizio Martina, Vice Direttore Generale Fao, Nicola Zingaretti, Presidente Regione Lazio e Roberto Gualtieri, Sindaco di Roma.

“Quella di oggi è una giornata importante – spiega David Granieri, presidente di Coldiretti Lazio – che rappresenta la conclusione di un percorso durato un anno, che ha consentito ai bambini di capire l’importanza del cibo e di una corretta alimentazione. Stiamo lavorando per costituire il consumatore del futuro, che sarà anche quel consumatore che diventerà classe dirigente del Paese e farà le scelte consapevoli, a partire dalla sovranità alimentare e rispetterà i territori che con più difficoltà producono un cibo sano per una corretta dieta mediterranea. La salute e il cibo sono strettamente connessi, così come lo sport”. A premiare le scuole di tutta Italia sono stati infatti proprio due campioni dello sport: Manuela Di Centa, campionessa olimpica di sci di fondo Gigi Mastrangelo giocatore di pallavolo.

Sul podio per il Lazio l’Istituto comprensivo Martin Luther King di Via degli Orafi a Roma. 

E solo nel Lazio sono oltre cento le scuole che hanno aderito al progetto Coldiretti e Donne Impresa “La sostenibilità ambientale e l’educazione alimentare”. Nella nostra regione la Coldiretti Lazio e Donne Impresa Lazio hanno incontrato più di 10 mila studenti nell’arco dell’anno, che hanno potuto assistere a lezioni teoriche e pratiche con laboratori e fattorie didattiche direttamente nelle numerose aziende coinvolte. Lezioni che sono state svolte da imprenditori agricoli ed esperti di Coldiretti. Le scuole secondarie di II grado hanno affrontato vari percorsi tematici che vanno dall’orientamento al lavoro in agricoltura in collaborazione con INIPA, all’analisi sensoriale dell’olio extra vergine di oliva in collaborazione con Evooschool-Unaprol e si sono soffermati anche sulla tematica cibo e legalità in collaborazione con Osservatorio Agromafie.

Sempre nell’ambito del Progetto Coldiretti “Lo sviluppo sostenibile e l’educazione alimentare”, dedicato a tutte le scuole del Lazio di ogni ordine e grado, nato da un’intesa tra il Ministero dell’Istruzione e la Confederazione Nazionale Coldiretti per la promozione delle competenze connesse alla sostenibilità nell’alimentazione, per lo sviluppo dell’economia circolare, della green economy e dell’agricoltura di precisione e digitale, Coldiretti Lazio Coldiretti Donne Impresa Lazio hanno bandito un concorso fotografico, finalizzato alla raccolta di fotografie che testimoniano l’utilizzo del latte come alimento sano di crescita. Un concorso, questo, denominato “Un alimento galattico” al quale hanno partecipato oltre 1500 studenti  del Lazio tra infanzia, primaria e secondaria di I grado, che sono stati premiati oggi, durante la II Festa dell’Educazione alimentare e della Pace. Tra le scuole vincitrici troviamo l’I.C. Manfredini di Pontinia a Latina, l’I.C. A. Gramsci di Roma. e l’I.C. Piazza Marconi di Monte Romano a Viterbo, e ancora l’I. C. F. De Andrè di Pomezia, l’I.C. B. Munari di Roma, l’I.C. Olcese di Roma, l’I. C. G. B. Grassi di Fiumicino, l’I.C. M. L. King di Roma, al quale sono state conferite anche due menzioni speciali.