Fca, la Lega preme: convocare i vertici aziendali

186

“Tra crisi di vendite e penuria di microchip, si ferma ancora la produzione nello stabilimento di Cassino Plant, in cui i giorni di cassa integrazione salariale sono giunti a 76 da gennaio 2021. Il problema di FCA va affrontato strutturalmente, non convocando  gruppi di lavoro, come ha sempre fatto il Partito Democratico, come si evince, ad esempio, dalla proposta di deliberazione n. 15031 del 05/05/2021,  che non serve a niente, se non a dilatare i tempi, e quindi invece di semplificare le cose le complica. Sarebbe più utile, invece, convocare direttamente i vertici dell’azienda automobilistica per capire il piano industriale che intendono mettere in atto a Cassino Plant, il mantenimento dei livelli occupazionali, gli investimenti che, nel caso, volessero fare in provincia di Frosinone, e in generale sul territorio della Regione Lazio. Questa è la strategia da adottare e non quella dell’immobilismo o dei tavoli di lavoro che non producono nulla, se non mucchi di carta inutile! Non bisogna più perdere tempo.”
Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega)