Frosinone – Uccisa a coltellate, fermato l’ex compagno

744

E’ in stato di fermo e sottoposto ad interrogatorio l’uomo rintracciato dai carabinieri su una spiaggia di Sabaudia sospettato di aver ucciso la sua ex Romina De Cesare, 36 anni, nell’appartamento di lei in piazza del Plebiscito, a Frosinone. Si tratta di Pietro Ialongo, 38enne di origini molisane. Avrebbe inferto alla giovane donna quindi coltellate al ventre e al torace. Forse – è l’ipotesi sulla quale lavorano gli inquirenti – il femminicidio si deve ad una crisi di gelosia. Di Romina De Cesare non si avevano più notizie da diverse ore. Non rispondeva al telefono. E’ stato un amico, forse il nuovo compagno, a dare l’allarme. Contemporaneamente sulla litorale pontino alcuni passanti segnalavano la presenza di un uomo che mezzo nudo ed in stato confusionale cercava di arrampicarsi sugli scogli. I carabinieri lo hanno trovato poco dopo ma solo gli accertamenti nella vettura con la quale Ialongo era arrivato a Sabaudia ed alcune sue frasi farfugliate hanno indirizzato le forze dell’ordine verso l’abitazione dove il 38enne avrebbe consumato il terribile delitto. La Polizia Scientifica sta ultimando i rilievi per cercare di ricostruire la dinamica del femminicidio, elementi utili ad inchiodare definitivamente l’assassino della ragazza che quasi avesse una premonizione solo pochi mesi fa scriveva sul suo profilo social: Correte tutti da acqua e sapone ad acquistare 2 prodotti charity per ricevere in omaggio questo braccialetto rosa e combattere così la violenza sulle donne… …non solo voi donne, ma anche voi uomini…e regalatelo a vostra moglie, vostra figlia, vostra madre, vostra sorella…vi distinguerete così da chi le donne, invece di rispettarle, le maltratta…STOP ALLA VIOLENZA SULLE DONNE!