Frosinone – Valle del Sacco, sul Sin fallimento Pd

128

Nicola Zingaretti ammette il suo fallimento e quello dei rappresentanti del suo partito provinciale. Lo sostiene il consigliere regionale della Lega, Pasquale Ciacciarelli, che aggiunge: Il presidente della Regione Lazio sbugiarda il suo partito provinciale che fa tavoli inutili sul sin affermando di fatto che la perimetrazione Sin Valle del Sacco è stata un errore, figlia di illusioni, un atto che ha finito col bloccare gli investimenti e far scappare le aziende.

Poi afferma: Ormai sembra di guardare una pellicola con gli effetti speciali. La sinistra si getta fango a vicenda, scaricando le responsabilità sui suoi. Zingaretti non può lavarsi  la coscienza, è troppo tardi. Lui è stato complice di tutto questo, per anni, insieme ai rappresentanti Del suo partito. Tutti insieme hanno bloccato gli investimenti nella provincia di Frosinone determinando i casi Catalent e Dobfar. Dopo anni di solleciti da parte del sottoscritto sul far presto sulle autorizzazioni ambientali da parte di questo governo regionale c’è stato solo immobilismo. Ed ora davanti al peggio che è già accaduto si cerca di scaricare le responsabilità, di correre ai ripari. Il tempo di correre è passato! Doveva farlo prima. Troppo semplice ricordarsi ora. Zingaretti – conclude Ciacciarelli – si assuma le sue responsabilità sul Sin insieme a ai suoi.
.