Green Pass, Unione Artigiani in pressing sul Governo

183

GREEN PASS: DAL 1° FEBBRAIO IL NUOVO DPCM IMPONE I CONTROLLI
AGLI ESERCENTI. ABBALLE, UAI LAZIO:
“PER LE AZIENDE ULTERIORI SFORZI ECONOMICI E
ORGANIZZATIVI:
CHIEDIAMO AL GOVERNO RICONOSCIMENTO CREDITO D’IMPOSTA”

Entra in vigore dal 1° febbraio il nuovo DPCM firmato dal presidente del Consiglio
Mario Draghi. Sono nove le tipologie di negozi dove si potrà entrare senza avere
bisogno del green pass base. In tutti gli altri esercizi commerciali servirà essere
guariti o vaccinati, oppure avere il tampone.
I controlli ed il rispetto delle misure dovranno essere assicurati dai titolari degli
esercizi attraverso lo svolgimento di controlli anche a campione. È su questo aspetto
che l’Unione Artigiani Italiani del Lazio esprime preoccupazione: ‘Se il green pass
serve a completare la campagna vaccinale – spiega il presidente UAI Lazio, Francesco
Michele Abballe (foto) – aumentare i livelli di sicurezza e a non chiudere e/o sospendere
più le attività già fortemente provate, la nostra Confederazione è sicuramente
d’accordo con questa decisione. È giusto e doveroso però che il Governo faccia più
chiarezza sull’utilizzo di green pass semplice o rafforzato, sull’obbligo vaccinale, sulle
attività interessate e non far ricadere sugli esercenti l’onere e la responsabilità dei
controlli.
I nostri uffici – prosegue Abballe – supportati dalla Confederazione Nazionale che
chiede semplicità burocratica ed operativa, continuano ad essere vicini alle aziende
mettendosi a disposizione per Consulenze gratuite per rispettare queste linee guida
difficili da interpretare ed evitare che si possano intraprendere azioni al limite della
regolarità che possano mettere a rischio i sacrifici di una vita dedicata al lavoro. Le
aziende non devono essere lasciate sole in questo momento e soprattutto su di loro
non devono gravare ulteriori incombenze che richiedono sforzi organizzativi ed
economici non sostenibili, per questo motivo la UAI ha chiesto al Governo il
riconoscimento di un Credito di imposta alle aziende che possa ricompensare
minimamente tali Controlli’.