LA REGIONE LAZIO PORTA RADIOLOGIA A CASA DEI PAZIENTI

158
D’AMATO: “PROGETTIAMO LA SANITA’ DEL FUTURO CON SERVIZIO DI PROSSIMITA’ ALL’AVANGUARDIA”
Eseguiti con successo dalla ASL Roma 1 i primi esami di radiologia domiciliare. Il servizio, attivato in via sperimentale, verrà esteso su tutto il territorio della ASL Roma 1 entro la fine dell’anno.
“Questo nuovo servizio è l’espressione concreta dell’integrazione tra Ospedale e Territorio e nasce grazie alla proficua collaborazione tra i servizi di Radiologia, dei Tecnici Sanitari e delle Unità Distrettuali. L’iniziativa messa in campo nasce da un lavoro di progettazione avviato da mesi – dichiara l’assessore alla Sanità e integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato – e interpreta pienamente l’indicazione della casa come primo luogo di cura contenuta nel Piano di Ripresa e Resilienza e nella visione di un nuovo Servizio Sanitario di prossimità. Si tratta di un lavoro costante che stiamo portando avanti da tempo, progettiamo la sanità del futuro con un servizio di prossimità all’avanguardia. Portare la radiologia a casa dei pazienti significa creare un ambiente di cura migliore per la persona, soprattutto se fragile, per sviluppare possibilità di guarigione o di recupero funzionale. I vantaggi sono tanti dal punto di vista psicologico ed emotivo, ma anche nell’evitare ricoveri inappropriati e duplicazioni negli esami. Attivato in via sperimentale per gli utenti dei Distretti 13 e 14 (Municipio 13 e 14), – conclude D’Amato – il servizio entro la fine dell’anno sarà presente su tutto il territorio della ASL”.