Latina – Atti persecutori, divieti di avvicinamento

408
La Questura di Latina, con il costante coordinamento del Procuratore Aggiunto Carlo LASPERANZA, prosegue nella propria attività di tutela delle fasce deboli.
In tale contesto i poliziotti della Squadra Mobile hanno dato esecuzione alla misura del divieto di avvicinamento alla persona offesa emessa dal GIP del Tribunale di Latina – dr. Giuseppe MOLFESE – nei confronti di un 70enne di Cisterna di Latina.
L’attività di indagine ha avuto origine a seguito della denuncia sporta dalla ex compagna dell’uomo che aveva dichiarato come l’uomo, di seguito alla loro separazione, si fosse reso responsabile nel tempo di una serie di atti persecutori realizzati attraverso pedinamenti, molestie, minacce e ingiurie; il tutto arricchito da continue telefonate a tutte le ore del giorno e della notte. Tali comportamenti sono stati ripetuti anche sul luogo di lavoro della donna, nonostante la presenza dei colleghi, che in alcune circostanze hanno udito direttamente le minacce rivolte dall’uomo alla malcapitata.
Per evitare la continuazione di tali fatti, il Tribunale ha ritenuto necessario adottare la misura in argomento, tempestivamente eseguita dagli operatori della Squadra Mobile.