Lazio – Stati generali del Mediterraneo, Consorzio industriale presente

399

Il presidente del Consorzio Industriale del Lazio, Francesco De Angelis, ha partecipato lo scorso fine settimana agli Stati Generali del Mediterraneo, organizzati da CISE (Confederazione Italiana Sviluppo Economico) e tornati in presenza dopo due anni. Con lui anche il vicepresidente del Consorzio Salvatore Forte. 

Diversi gli appuntamenti in calendario nella tre giorni di manifestazione in programma al Palazzo Reale di Napoli a cui hanno partecipato i rappresentanti di Italia, Malta, Tunisia, Egitto, Libia e Marocco. Ad aprirli il sindaco Gaetano Manfredi. 

Un appuntamento fondamentale per promuovere e incrementare gli scambi commerciali tra i Paesi del Mediterraneo, creando sinergia istituzionale. 

«Il Mediterraneo è anche la nostra sfida, quella della regione Lazio – ha affermato il Presidente del Consorzio Industriale del Lazio Francesco De Angelis – Occorre costruire insieme uno spazio di collaborazione, integrazione e dialogo. E in questo momento difficile, con il conflitto che c’è a poca distanza da noi, anche un messaggio di pace».

Il Presidente De Angelis ha ricordato anche il forte lavoro per la costituzione del consorzio unico: «Abbiamo dato vita a un progetto di riforma straordinario creando il più grande consorzio industriale d’Italia. Quella che abbiamo percorso è stata una strada non facile, un’operazione complicata e a tratti difficile. Attraverso un progetto di fusione abbiamo dovuto sciogliere i cinque consorzi esistenti per costituire l’ente industriale della regione Lazio. Oggi siamo più grandi, forti, attrattivi e vogliamo diventare anche uno strumento utile per il territorio e soprattutto per le nostre imprese. Le sfide che ci attendono sono molte».

Tra le sfide principali per il futuro quella dell’energia: «Oggi non siamo autosufficienti – ha sottolineato il Presidente De Angelis – La guerra e la crisi di questi giorni ci stanno dimostrando le forti carenze e l’alto tasso di dipendenza che abbiamo. Ora non possiamo perdere altro tempo. Dobbiamo investire sullo sviluppo sostenibile, sulla green economy, su nuove forme di energia. In questo momento abbiamo l’opportunità con i fondi strutturali, con il Pnrr, dobbiamo costruire il futuro per i nostri figli. Il nostro consorzio è già al lavoro su un progetto che consentirà il passaggio dal gas all’idrogeno. Per vincere questa sfida bisogna essere coraggiosi, spesso l’approccio con nuovo fonti di energia è stato troppo timido e, allora, bisogna avere più coraggio e investire soprattutto nei progetti».

Sugli investimenti il Presidente De Angelis ha sottolineato che in «questo momento le risorse ci sono, il punto centrale è come spendiamo queste risorse e, quindi, sulla qualità della spesa. Spesso si ragiona su numeri, cifre e poco sulla qualità. Oggi dobbiamo cambiare la visione, dobbiamo puntare su una qualità della spesa che si concentri su investimenti finalizzati allo sviluppo, all’occupazione, al lavoro per i giovani. Le condizioni ci sono e sono molto fiducioso, dobbiamo mettere in campo idee e progetti».

In ultimo il Presidente De Angelis ha rimarcato l’importante investimento che il Consorzio del Lazio sta mettendo in campo su tutte le aree industriali della regione: «Noi siamo l’Italia, il paese della bellezza, spesso però ci perdiamo proprio su questo concetto. Attraverso una prima dotazione finanziaria di 50 milioni di euro abbiamo deciso di destinare parte di queste risorse proprio al tema della bellezza delle aree industriali. Progetti che puntano a rendere le nostre zone più attrattive, competitive come strumento utile soprattutto per le imprese».