Michetti a Portico d’Ottavia, i temi sul tappeto

273

Enrico Michetti, candidato sindaco di Roma per il centrodestra, al Portico d’Ottavia dove risiede la più antica comunità ebraica d’Europa.

Qui ho ascoltato cittadini e ristoratori – ha spiegato – Ho trovato un ambiente sano, propositivo e, soprattutto, un grande sentimento patrio tra i giovani e questo mi ha riempito il cuore. Durante l’incontro abbiamo parlato anche di ambulanti, turisti, demolitori che meritano di continuare a svolgere il proprio lavoro proteggendoli, tra l’altro, dalle follie della direttiva Bolkestein. Voi tutti, poi, sapete quale sia il mio pensiero dinanzi alle ignobili atrocità del passato. Al centro del mio agire ci sono i diritti fondamentali della Costituzione della Repubblica Italiana, diritti inviolabili dell’uomo prima ancora che del cittadino. L’assoluto rispetto per ogni essere umano e la contrarietà a qualsivoglia forma di discriminazione non ammette deroghe e, quindi, chiunque non rispetti tali principi – ha concluso Michetti – non sarà un semplice collega che la pensa in maniera diversa da me, ma in assoluto il mio peggior nemico da combattere.