Rally di Roma Capitale, nel Cir dominano Lucchesi jr. e HP Sport RRT

32

Inizio da incorniciare e capolavoro finale, quello di Christopher Lucchesi Jr. al
rally di Roma Capitale con i colori grigioverde di HP Sport RRT.
Il giovanissimo driver lucchese con Titti Ghilardi alle note hanno sbaragliato il
qualificatissimo lotto di avversari nella gara valida per il campionato europeo ERC e
quinta tappa del campionato italiano rally CIR con la Peugeot 208 Rally4 della GF Racing.
Alla vigilia della gara, visti anche i validi piloti impegnati nel ERC, oltre a quelli italiani, fare
un pronostico era quanto mai impossibile, se non la certezza che come accaduto nelle
precedenti gare del CIR, anche a Roma si sarebbe ripetuto il duello tra Nucita e Lucchesi
Jr. e così è stato, visto il responso cronometrico della ‘piesse’ disputata nella serata di
venerdì intorno alle Terme di Caracalla, con lo stesso tempo fatto segnare da entrambi i
piloti. L’indomani, sabato primo giorno di gara sulle strade della bassa provincia di Roma,
Lucchesi saliva in cattedra e iniziava la sua lunga e trionfante marcia verso l’alloro di
domenica sera sulla pedana di arrivo di Fiuggi. Sei le prove speciali in programma nella
giornata di sabato con Lucchesi Jr. che ne vinceva cinque, chiudendo la prima giornata di
gare al primo posto anche nella classifica dell’europeo. Grande soddisfazione nel team
per l’ottimo ruolino di marcia, anche se la gara un nuovo giorno di sfide con il cronometro,
questa volta sulle strade della provincia di Frosinone, sette le ‘piesse’ da affrontare per un
totale di 123,19 km cronometrati. Lucchesi Jr. affrontava quindi la seconda tornata di
prove speciali dall’alto della classifica e, soprattutto consapevole di poter fare bottino
pieno, visto anche che il suo avversario diretto Nucita, avrebbe affrontato le prove della
domenica con la formula del ‘Superally’ (rientro in gara con una forte penalizzazione) in
virtù del ritiro patito il sabato. La giornata domenicale, caratterizzata anche da una
foratura (Collepardo ndr), vedeva Lucchesi Jr. fare una gara senza prendere rischi, ma
con lo stesso passo di gara della giornata precedente, chiudendo le prove, sempre a
ridosso delle posizioni da podio, ma in chiave campionato, ovvero fare bottino pieno di
punti per la classifica tricolore, insomma, una gara con il ‘freno a mano tirato’. Al termine
della lunga giornata all’interno di HP Sport RRT esplodeva la gioia per la vittoria,
raccontata così da Lucchesi Jr. “Siamo partiti con un venerdì (prova Terme di Caracalla
ndr) più che soddisfacente, facendo segnare lo stesso di Nucita, ed ero già molto
soddisfatto. La giornata di sabato, l’abbiamo comandata e chiusa in testa all’Europeo e la
soddisfazione è stata ancora maggiore, con l’intera squadra, team e scuderia al settimo
cielo. La giornata di domenica, dopo il ritiro di Nucita, abbiamo continuato con il nostro
passo, ma ben attenti a non prendere rischi inutili, anche in virtù delle strade molto sfatte
e per questo che siamo incappati in una foratura, perdendo circa 1’20/1’30 nella prova di
Collepardo. Abbiamo ripreso la gara senza perderci d’animo, proseguendo con il nostro
passo, con l’unico obiettivo di fare bene in chiave campionato italiano e ci siamo riusciti.
Un grazie a tutti coloro che mi sono vicini in questa stagione e stanno permettendo tutto
questo.”
Sulla stessa linea anche in casa HP Sport RRT: “Siamo veramente molto contenti della
prestazione di Christopher, una gara la loro, affrontata con grande professionalità, tanto
da risultare primi nella classifica dell’Europeo dopo la prima giornata di gara (sabato ndr).
L’obiettivo è il campionato italiano, è quindi pur consapevoli di poter stare davanti alla
pattuglia straniera, in virtù dei tempi degli avversari, hanno preferito non prendere rischi
inutili e chiudere sul gradino più alto la gara per la classifica dell’italiano. Due successi
(Targa Florio e Roma) e un secondo posto su 4 gare in questa stagione sono una bella
soddisfazione”. Mentre l’altro equipaggio in gara con una vettura, Trevisani-Grimaldi
alzava bandiera bianca a due prove dalla fine, dopo aver patito ben due forature.
Dopo il successo di Roma Capitale che arriva dopo la vittoria alla Targa Florio e il
secondo posto di Sanremo, la classifica di campionato vede Lucchesi Jr. saldamente al
comando del campionato italiano rally asfalto con 64,5 punti, precedendo Cazzaro e
Farina con 31 punti. Al secondo posto nel campionato italiano rally due ruote motrici e,
staccato di soli 2 punti da Nucita con 61,50 e terzo Farina fermo a quota 53. Oltre al
quinto posto assoluto e primo dei piloti con una rally4 nella classifica under 25 nel CIR,
preceduto da quattro piloti con vetture della classe regina, ovvero la R