Regione – Le “Certificazioni di genere” per affermare i diritti delle donne

176
“Esprimo grande soddisfazione per la nuova misura, approvata dalla giunta regionale, tesa a promuovere ulteriormente il protagonismo delle donne nelle giunte dei comuni laziali. La Regione e l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani del Lazio hanno approvato, infatti, un protocollo di intesa che prevede azioni capaci di lavorare verso il pieno raggiungimento della parità di genere attraverso le ‘Certificazioni di genere’: si tratta di attribuzioni di punteggi superiori nelle graduatorie dei bandi regionali, fino al 5%, per i Comuni in grado di rispettare la normativa nazionale sulla parità di genere. Un premio, dunque, alle amministrazioni capaci di offrire fattivamente segnali a sostegno della partecipazione attiva delle donne alla attività politica e amministrativa. Un nuovo passaggio che identifica la nostra Regione, per il quale voglio ringraziare il Presidente Zingaretti, la consigliera Mattia e tutte le colleghe della maggioranza con le quali abbiamo portato avanti battaglie comuni per affermare i diritti delle donne”.
Così in una nota Sara Battisti, presidente della commissione regionale Affari Costituzionali.