Roma – Ama, la Lega su Bossola: ‘Scelta inopportuna’

367

Ribadiamo la presunzione di innocenza, ma non possiamo tacere che il nome di Bossola è comparso, pure se non come indagato, nell’inchiesta della Dda di Reggio Calabria che ha scoperchiato un comitato d’affari sembrerebbe con l’acquisto lampo da parte di Acea di una società nell’ambito della gestione delle risorse idriche nel capoluogo calabrese. Non basta tutto questo e il procedimento in corso per disastro ambientale su Bracciano a dissuadere il sindaco Roberto Gualtieri dal nominare Andrea Bossola, ex manager Acea, direttore generale di Ama, che firmerà il contratto a breve. Una scelta inopportuna cui la Lega si oppone fermamente“.

Lo dichiara in una nota il consigliere capitolino della Lega Fabrizio Santori, che riafferma la contrarietà del Carroccio alla nomina del nuovo direttore generale dell’azienda partecipata dei rifiuti di Roma. “Presenteremo un’interrogazione per sapere se risulta vero che, a seguito di questa inchiesta della Dda, fu invitato a lasciare Acea per evitare azioni di responsabilità. Quando si scelgono i top manager e si erogano i lauti stipendi che ne conseguono, superficialità e miopia, per dir così, non sono ammesse. Un affronto a tutta la città il Sindaco non può fingere di non sapere per questo gli ricordiamo che ai massimi livelli di direzione della città devono essere fatte le scelte giuste“, conclude il rappresentante della Lega.