Roma – Assunzioni al San Giovanni Addolorata, la Lega interroga

92
“Ho presentato un’interrogazione a Zingaretti per sapere quali provvedimenti la Regione Lazio intende assumere per garantire il rispetto della graduatoria esistente e della regolarità delle assunzioni presso l’ospedale San Giovanni Addolorata di Roma. La Regione Lazio ha richiesto con nota prot. 0902533 del 5/11/2021 alla Asl di Frosinone e San Giovanni chiarimenti in merito alla procedura di scorrimento della graduatoria. Da novembre 2021 non ci sono stati ulteriori aggiornamenti in merito e a maggio 2022 la graduatoria sarebbe in scadenza’.
A Settembre 2021 l’ospedale San Camillo con delibera N. 1341 propone l’assunzione a tempo indeterminato di una candidata che si collocava nella graduatoria del concorso del San Giovanni alla posizione n. 22; In particolare la graduatoria di tale concorso era arrivata al n.31, la candidata è attualmente in servizio presso la UOC di Ematologia di Frosinone. Stante la descritta circostanza altri candidati in graduatoria hanno chiamato in regione all’ufficio concorsi e fatto presente detto errore e dall’ufficio è stato risposto che avrebbero provveduto alla correzione. Nei giorni successivi non è stato più possibile parlare con nessuno, passando il tempo e non avendo avuto alcuna risposta alle innumerevoli telefonate, è iniziata una azione legale e l’avvocato incaricato ha inviato lettera di diffida al San Camillo, San Giovanni ospedale di Frosinone e ufficio risorse umane della regione Lazio del seguente tenore: Alla lettera dell’avvocato è arrivata, successivamente, risposta dall’ospedale San Camillo che affermava che la regione, alla sua richiesta di 5 nominativi di ematologi da poter assumere dalla graduatoria, rispondeva dando i nominativi dal n. 20 al n. 24, e che venuto a conoscenza, il San Camillo, dell’errore commesso chiedeva chiarimenti in merito e bloccava l’assunzione della candidata.”
Lo dichiara, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega)