Roma – Botti e mascherine, notte di controlli: i provvedimenti

918
Controlli nella notte di Capodanno: sequestro di materiali esplosivi, verifiche nei locali pubblici e nelle strade
Nel mirino assembramenti e mancato uso delle mascherine
Notte di controlli da parte della Polizia di Roma Capitale che ha predisposto un piano rafforzato di vigilanza, scattato già dal pomeriggio del 31 dicembre e proseguito anche per l’intera giornata di ieri. Numerosi gli interventi delle pattuglie durante la notte scorsa, sia per contrastare la vendita e l’utilizzo di materiale esplosivo, sia per verificare il rispetto delle misure in vigore per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19, con mirati accertamenti nei locali pubblici e nelle strade e piazze più frequentate della Capitale.
Tempestivo l’intervento degli agenti a Largo Agnesi, vicino al Colosseo (foto), dove era in atto un lancio di petardi dall’alto sugli avventori della stazione metropolitana sottostante, tra cui erano presenti anche numerosi bambini. Causa assembramenti, l’area è stata temporaneamente isolata.
A Centocelle, un uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria perché, nonostante fosse stato colto ad esplodere grandi petardi, si è rifiutato di interrompere quanto stesse facendo, opponendo resistenza e colpendo gli operanti, che lo hanno bloccato. Sequestrato il materiale inesploso che l’uomo aveva in parte tentato di occultare all’interno di un cassonetto dei rifiuti. Nel corso dei controlli presso i locali pubblici, sono state elevate diverse sanzioni per mancato uso dei dispositivi di protezione da parte del personale impiegato. In un caso è scattata anche la segnalazione alla Asl competente per gravi carenze igienico sanitarie all’interno degli ambienti.
Numerosi i sequestri di materiale esplosivo, già a partire dalla serata di ieri. Il personale del VI Gruppo Torri, in collaborazione con i Carabinieri del Gruppo di Frascati, è intervenuto in Via Agostino Mitelli, nel quartiere di Tor Bella Monaca, scovando, a 20 metri dalla sede stradale, 40 kg di fuochi d’artificio e petardi vari, posti immediatamente sotto sequestro: 25 i metri di esplosivi, lasciati incustoditi e posti a raggiera su di un prato, pronti per essere accesi. All’interno di sei scatoloni, trovati anche fuochi pirotecnici in attesa di essere utilizzati per l’inizio del nuovo anno. In via Portuense, nell’area del mercato domenicale di Porta Portese, sono stati gli agenti del XII Gruppo Monteverde a scorgere sul marciapiede un’esposizione improvvisata di botti di Capodanno: circa 400 articoli, adagiati su alcuni cartoni, subito posti sotto sequestro dagli operanti.