Roma – Covid: raffica di infrazioni, chiuso ristorante

445
Castro Pretorio – La Polizia chiude per 5 giorni un ristorante per mancato rispetto dei controlli normativi in materia di prevenzione e contrasto del diffondersi del Covid 19.
Nell’ambito dei servizi interforze finalizzati al rispetto delle misure per il contenimento ed il contrasto del diffondersi del virus Covid 19, gli agenti della Polizia di Stato e di Polizia Roma Capitale hanno controllato, nella serata di ieri, un ristorante della zona di competenza.
All’interno del locale sono state identificate, oltre alla titolare e a 3 dipendenti, altre 18 persone.
In particolare, gli agenti del commissariato Castro Pretorio hanno irrogato, a carico del datore di lavoro, titolare dell’esercizio commerciale, sanzioni amministrative per un importo complessivo di 1200,00 euro, in quanto non aveva controllato il green pass ai dipendenti e agli avventori e non aveva rispettato i protocolli in materia di prevenzione del Covid 19, relativamente alla condizione dell’attività di ristorazione.
I poliziotti effettueranno anche la segnalazione all’Ispettorato del Lavoro per mancanza del contratto di assunzione di un dipendente.
Gli agenti di Polizia Roma Capitale hanno invece irrogato 13 sanzioni, per un ammontare complessivo di 5.200 euro, agli avventori privi del green pass; hanno sequestrato merce alimentare in evidente stato di cattiva conservazione e sprovvista della tracciabilità, sanzionando amministrativamente la titolare per l’ammontare di 1.500 euro ed hanno infine riscontrato il mancato rispetto delle condizioni igienico sanitarie dei locali della cucina, emettendo un’ulteriore multa pari a 1.000 euro, con conseguente segnalazione alla ASL competente.
Viste tutte queste violazioni, il ristorante è stato chiuso per 5 giorni proprio per mancato rispetto dei protocolli normativi in materia di prevenzione e contrasto del diffondersi del virus Covid 19. (nota della Questura)