Roma – Igiene e Covid, chiuso un bar

216
Continuano senza sosta i servizi ad alto impatto Distrettuale della Polizia
in zona San Paolo, San Lorenzo e Trastevere.
A San Paolo, chiuso un Bar Pasticceria per mancata certificazione
di avvenuta sanificazione e per le condizioni igienico sanitarie.
Proseguono senza sosta i controlli ad alto impatto Distrettuale della Polizia di Stato nelle zone di San Paolo, San Lorenzo e Trastevere. A San Paolo, gli agenti del Distretto di zona, in collaborazione con il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno effettuato controlli in largo la Loggia, Portuense e Corviale.
Nel corso del servizio sono state controllate 84 persone di cui 24 sono state sottoposte ad accertamenti sulla Banca Dati Interforze, 8 armi sono state ritirate in base all’ex art. 39 TULPS. e infine 12 locali sono stati ispezionati per accertare il rispetto della normativa anti covid. In particolare è stato effettuato un controllo amministrativo all’interno di un bar laboratorio pasticceria in zona Portuense: qui gli agenti hanno verificato che non era in possesso di alcuna certificazione di avvenuta sanificazione che permettesse di attenuare il rischio del contagio da Covid-19. Il controllo ha permesso di rilevare le pessime condizioni igienico sanitarie, con alimenti pronti per la preparazione conservati in maniera non idonea, nonché di accertare la presenza di scarti alimentari ammuffiti mischiati con gli alimenti di prossima lavorazione ed infine nessuna indicazione sulla provenienza degli alimenti.
Ultimati tutti gli accertamenti, al titolare è stata contestata la sanzione amministrativa prevista dal D. Lgl. 153/07 art. 4 comma 5, 6 e 8 ed effettuata diffida al ripristino delle condizioni igienico sanitarie.
Sempre al titolare è stata contestata anche la violazione amministrativa per il mancato rispetto delle normative covid, e per tale ragione l’attività è stata chiusa per giorni 3, fino all’effettuazione della prevista sanificazione certificata del locale.
Infine all’interno del bar, i poliziotti hanno trovato una cliente intenta a giocare con le slot rientranti nella categoria prevista dall’art. 110 comma 6 negli orari non consentititi e per tale ragione, allo stesso titolare, è stata contestata anche la violazione dell’O.S. 111/2018 in riferimento all’art. 7 bis TUEL. Il valore di tutte le sanzioni contestate al titolare ammontano a 1.850 Euro.
Servizi effettuati anche nelle zone della movida romana, San Lorenzo e Trastevere, dove le persone controllate sono state 449 e, 20 gli esercizi commerciali.
3 le persone indagate in stato di libertà: i reati contestati, disturbo alla quiete pubblica (sequestro di una cassa musicale), detenzione ai fini di spaccio e oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale. 1 persona arrestata per detenzione poiché a seguito di controllo è stata trovata con 96 grammi di hashish ed infine 1 persona è stata sanzionata ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90. (dalla Questura)