Roma – Le manette scattano cinque volte in poche ore

349
Nuova ondata di arresti della Polizia nel giro di poche ore: 5 persone
gravemente indiziate di reati predatori ed un ordine di carcerazione
per cumulo pene
La Polizia di Stato, in diverse circostanze, ha arrestato 5 persone ed eseguito un ordine di carcerazione per cumulo di pene, il tutto nel giro di poche ore.
Dopo aver ricevuto varie denunce per furti di pneumatici di un tipo specifico di autovettura, gli investigatori del commissariato Appio hanno esaminato le telecamere di videosorveglianza della zona individuando i possibili autori dei reati e la macchina usata per commettere gli stessi. A quel punto hanno organizzato un servizio di appostamento durante la notte e, verso le 04.30, hanno intercettato il veicolo, con a bordo 2 persone e l’hanno visto accostarsi ad un’auto come quelle prese precedentemente di mira: gli uomini sono quindi scesi, hanno smontato i bulloni dei 4 pneumatici e li hanno caricati nel loro portabagagli prima di ripartire. I poliziotti, con l’ausilio di una Volante, hanno seguito con discrezione e senza farsi notare la berlina tedesca fino a quando non si è fermata accanto ad altre autovetture in sosta: a quel punto, gli agenti in divisa ed in borghese sono intervenuti arrestando i 2 uomini, gravemente indiziati di furto aggravato in concorso. Nel portabagagli della macchina a bordo della quale stavano viaggiando sono stati ritrovati gli pneumatici caricati poco prima, in seguito restituiti al legittimo proprietario. L’arresto di entrambi è stato convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari che ha inoltre per loro disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.
Su segnalazione della Sala Operativa della Questura, gli agenti del commissariato Tuscolano, hanno individuato, in via Palmiro Togliatti, le due 2 persone che, con arnesi atti allo scasso, poco prima, stavano cercando di aprire un’auto in sosta nei pressi del centro commerciale di Cinecittà 2. I due, corrispondenti alla descrizione fornita, quando hanno visto i poliziotti, hanno cercato di darsi alla fuga ma sono stati bloccati. Rispettivamente di 20 e 34 anni, sono stati arrestati in quanto gravemente indiziati del reato di tentato furto aggravato in concorso. Uno di loro nascondeva all’interno di uno zainetto una forbice di 15 cm. con manico in plastica, probabilmente utilizzata per commettere il tentato furto su un veicolo che presentava il nottolino della serratura lato guida forzato e divelto. L’arresto è stato convalidato e per entrambi l’Autorità Giudiziaria ha disposto l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.
E ancora, ieri mattina, gli agenti della Sezione Volanti e del Commissariato Sant’Ippolito in via Tiburtina, hanno arrestato un cittadino tunisino di 32 anni, con precedenti di polizia, poiché gravemente indiziato di rapina aggravata. L’uomo, dopo essere entrato all’interno di un negozio, si è impossessato di alcuni generi alimentari per un valore di circa 190 euro cercando di uscire senza pagare. Quando gli addetti alla vigilanza hanno cercato di bloccarlo, il 32enne ha estratto un coltello ed ha morso uno dei due, refertato successivamente con 4 giorni di prognosi. Sul posto, gli agenti della sono riusciti a bloccarlo. Il successivo arresto dell’uomo è stato convalidato e per lui è stato disposto il divieto di dimora nel Comune di Roma.
Ad ogni modo tutti gli indagati sono da ritenere presunti innocenti, in considerazione dell’attuale fase del procedimento, ovvero quella delle indagini preliminari, fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.
Infine, gli investigatori del commissariato Romanina hanno rintracciato una donna che doveva scontare 5 mesi e 15 giorni per cumulo di pene e l’hanno portata in carcere. (dalla Questura)