Roma – Prima edizione di ArteSettima Shorts

60

A Roma, da giovedì 7 a domenica 10 ottobre, presso Container San Lorenzo in via degli Etruschi, 5, un festival promosso dal web magazine ArteSettima

ArteSettima, web magazine, dopo tanti eventi tra Roma, Milano, Bologna, Calabria e Puglia, propone da domani, giovedì 7, a domenica 10 ottobre, la prima edizione di ArteSettima Shorts, concorso di cortometraggi per autori e autrici under 35 da tutto il mondo, coinvolgendo le terre greche, iraniane, turche, spagnole, olandesi, belga, ma prediligendo opere italiane di altissimo livello.

L’evento si svolgerà a Roma presso Container San Lorenzo, sito in via degli Etruschi, 5.

Un momento collettivo che consentirà al cinema di dialogare con la contemporaneità. Talk culturali, dibattiti tra cinema e mitologia, geopolitica e filosofia, incontri con grandi artisti della scena contemporanea, come l’attore Francesco Centorame e l’artista Caffellatte, e ancora interviste ai registi dei corti selezionati sono solo alcuni dei momenti che caratterizzeranno questo festival. ArteSettima Shorts racconterà una generazione attraverso 20 cortometraggi selezionati in concorso, più una proiezione speciale insieme al regista iraniano Ali Jenaban.

Tre premi: uno in partnership con la piattaforma WeShort, uno dato dalla redazione di ArteSettima e uno da una giuria di esperti tra studiosi di filosofia e cinema e figure eccellenti del panorama cinematografico. Quest’ultimo premio consisterà anche in una somma di $1000 per il vincitore. La giuria comprerà l’attore di “Skam Italia” e “Gli anni più belli” Francesco Centorame, l’artista visivo contemporaneo Franco Losvizzero alias Andrea Bezziccheri, il filosofo dell’Università Vita-Salute del San Raffaele di Milano Raffaele Ariano, e infine Ilaria de Pascalis, professoressa di cinema presso l’Università degli Studi Roma Tre ed esperta di Feminist Film Theory e Gender Studies.

“Alla bellezza basta un’impressione e questo festival ha il sogno di regalarne il più possibile a una generazione frammentata, ma di grande volontà artistica, culturale e di rinascita collettiva” precisa l’organizzazione.