Roma – Santori: Tari alta ma città sporca

256

“I romani continueranno a pagare la Tari più alta d’Italia per avere in cambio una città sporca, ben al di sotto del comune senso del decoro e della tolleranza sul piano igienico e sanitario. Ancora una volta siamo all’anno zero sul trattamento e lo smaltimento dei rifiuti, e sfuma l’auspicato ricalcolo al ribasso dell’imposta”. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere della Lega,  a proposito delle delibere sul tema dei rifiuti in discussione oggi in Assemblea capitolina. “Resta un  biglietto da visita sgocciolato e unto, una vergogna da porgere ai turisti che finalmente ricompaiono e ai cittadini che sono destinati a sopportare ulteriormente una gestione pessima del servizio”, commenta il rappresentante della Lega. “Con Gualtieri si rimane fermi ad un passato di inefficienza, scuse e abbandono in cambio di tariffe altissime e discutibili super manager dagli stipendi altrettanto elevati. Le linee programmatiche”, aggiunge, “le promesse elettorali  sono disattese. Ad oggi resta solo l’annuncio del termovalorizzatore, certo importante, ma all’orizzonte non vediamo nulla. La soluzione al problema dei rifiuti a Roma non c’è, e purtroppo dobbiamo constatare che con questa amministrazione non ci sarà”, conclude Fabrizio Santori. (foto archivio)