Roma – Spaccio di droga, tre in manette

197
Ancora arresti da parte della Polizia: 3 le persone assicurate alla giustizia
perché gravemente indiziate di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti
Continua, incessante, da parte della Polizia di Stato l’attività di prevenzione e repressione dei reati inerenti la detenzione e lo spaccio di stupefacenti.
A Primavalle, a seguito di attività di indagine, gli agenti della Polizia della Sezione Volanti, hanno proceduto alla perquisizione domiciliare di un soggetto, italiano di 23 anni, in via del Podere Fiume, sospettato di detenere stupefacente in casa. Una volta all’interno dell’abitazione, i poliziotti sono stati attratti dal forte odore tipico dell’hashish, che li ha condotti sul terrazzo dove hanno rinvenuto dell’hashish, all’interno di un armadio. In frigorifero invece, sono stati sequestrati numerosi involucri contenenti la medesima sostanza per un peso di circa 2,850 kg. suddivisa in 30 panetti mentre, dentro un cassetto della cucina è stato trovato un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento oltre a due coltelli da cucina intrisi di stupefacente. Dopo la convalida, per il giovane è stata disposta la misura degli arresti domiciliari.
Ad Appio invece, in Largo Lorenzo Cuneo, nel piazzale antistante la Metro Arco di Travertino, gli agenti della Polizia di Stato del locale Commissariato, hanno proceduto al controllo di un giovane. Questo, che si trovava in compagnia di altri 2 persone, ha consegnato spontaneamente dell’ hashish che nascondeva all’interno del marsupio per un peso di circa 15 grammi. Inoltre, durante il controllo, è stato trovato in possesso della somma di 50 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività illecita. Le successive indagini conducevano gli investigatori ad un nascondiglio dove il ragazzo nascondeva ulteriori 100 grammi di hashish e alcuni frammenti della stessa sostanza del peso complessivo di 50 grammi nascosti all’interno di un calzino; rinvenuto anche un bilancino di precisione ed un coltello per il taglio dello stupefacente. Ulteriori 4 panetti, per un peso di circa 400 grammi, sono stati sequestrati in uno sgabuzzino adiacente l’abitazione del ragazzo e 650 euro nascosti invece in un armadio. Accompagnato negli uffici di polizia, il giovane, italiano di 19 anni, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente e, dopo la convalida, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.
Gli agenti del VI Distretto Casilino invece, durante alcuni servizi antidroga, hanno individuato un complesso popolare in zona Valle Fiorita, dove , durante alcuni appostamenti, hanno colto in flagranza mentre cedeva sostanza stupefacente, un cittadino somalo di 49 anni. Prontamente fermato dai poliziotti, l’uomo è stato trovato in possesso di 20 euro in contanti e 4,74 grammi di cocaina, di cui 1,58 grammi occultati nella scarpa indossata e 3,16 grammi circa nella plafoniera di una lampada posta in strada, proprio dove era stato visto dai poliziotti, occultare della sostanza stupefacente. Dopo la convalida dell’arresto, per l’uomo è stata disposta la misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.
Ad ogni modo tutti gli indagati sono da ritenere presunti innocenti, in considerazione dell’attuale fase del procedimento, ovvero quella delle indagini preliminari, fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile. (dalla Questura)