Unindustria – Annunciata la sospensione del Sin

78

Uno strumento di fiducia per costruire il futuro. Una leva di sviluppo decisiva per incidere su semplificazioni e opere essenziali per migliorare i contesti produttivi. Sono le parole con cui il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il presidente di Unindustria, Angelo Camilli, hanno definito la costituzione del Consorzio Industriale del Lazio durante l’Assemblea di Unindustria tenutasi questa mattina al teatro dell’Opera di Roma.

«Parole che evidenziano l’importanza che il nostro Ente ha per la crescita economica della regione Lazio. – ha commentato il presidente De Angelis, che ha partecipato all’evento al teatro dell’Opera – Abbiamo fortemente creduto nella sfida della creazione del Consorzio unico regionale. Siamo l’ente industriale più grande d’Italia con una struttura più smart, moderna ed efficace. Ma, soprattutto, siamo un ente che ha rivisto le proprie funzioni adattandole ai tempi per essere quel punto d’aiuto alle aziende che vogliono investire e ampliare le proprie attività.

Ho accolto con favore l’annuncio del presidente Zingaretti di aver avviato un’iniziativa direttamente col presidente del Consiglio Draghi, il ministro Cingolani e tutto il governo attraverso la quale la Regione Lazio ha chiesto la sospensione, eccetto le aree ripariali, del decreto di perimetrazione del Sin del Bacino Valle del Sacco. Questo è il punto di partenza da cui iniziare un lavoro per riscrivere tempi, procedure e modalità operative che consentano di unire l’esigenza di procedimenti snelli per le aziende che vogliono investire con la salvaguardia e la tutela dell’ambiente».