Vicenda Catalent – Il commento di De Angelis

73
Il Presidente De Angelis: “Indispensabile ridurre i tempi della burocrazia per favorire gli insediamenti industriali. Al Consorzio siano assegnate dal Ministero le deleghe per velocizzare le procedure e per rilasciare tutte le autorizzazioni per nuovi investimenti”

“Il mancato investimento della Catalent ad Anagni apre una discussione importante sulla quale tutti, nessuno escluso, siamo chiamati a riflettere. È indispensabile avviare un progetto di riforma, a ogni livello istituzionale, che possa portare a procedure più snelle e veloci che rappresentino un incentivo per chi decide di investire in nuovi insediamenti industriali o con l’ampliamento delle aziende già esistenti. I tempi lunghi delle istituzioni non sono i tempi delle imprese che hanno, al contrario, bisogno di procedure che siano veloci e snelle al fine di realizzare i progetti d’investimento sul territorio.

La perdita della Catalent è qualcosa che penalizza tutti. Si rischiano di perdere investimenti per circa cento milioni di dollari che potrebbero generare posti di lavoro e benessere per l’intero indotto.

In questo momento è fondamentale aprire un confronto immediato tra tutti i livelli istituzionali, coinvolgendo anche le associazioni di categorie e i sindacati, affinché si riscrivano i tempi della burocrazia e si assuma rapidamente ogni iniziativa necessaria per risolvere una problematica che, troppo spesso, diventa un ostacolo per chi decide di fare investimenti in Italia. Un’azione che deve essere avviata con celerità, anche per verificare la possibilità di recuperare l’investimento di Catalent.

Cambiare i tempi della burocrazia è lo spirito su cui si fonda il Consorzio Industriale del Lazio che nel progetto di fusione vede come prioritario lo snellimento delle procedure creando, nel contempo, un’uniformità a livello regionale. Da parte nostra l’impegno è massimo e siamo disponibili, sin da subito, a partecipare a tutti i tavoli di lavoro. Sedi dove siamo pronti ad avanzare una nostra proposta al Ministero affinché assegni al Consorzio Industriale una delega per snellire le procedure e per il rilascio delle autorizzazioni necessarie ai progetti di investimento nelle aree industriali. È fondamentale fornire al Consorzio tutti gli strumenti necessari per favorire e incentivare i nuovi insediamenti nel pieno rispetto della tutela ambientale”, lo ha affermato il Presidente del Consorzio Industriale del Lazio Francesco De Angelis.